Casa > Conoscenza > Notizia

L'esposizione prolungata ai magneti causerà danni al corpo?

2023-04-20


Il magnete non è stato inventato dall'uomo, ma dalla magnetite naturale. Gli antichi greci e cinesi scoprirono in natura una pietra magnetizzata naturalmente, chiamata "magnete". Questo tipo di pietra può sollevare magicamente piccoli pezzi di ferro e puntare sempre nella stessa direzione dopo aver oscillato liberamente.

I primi navigatori usavano questo magnete come prima bussola in mare per distinguere la direzione. Dovrebbero essere i cinesi i primi a scoprire e usare i magneti, cioè a fare "bussola" con i magneti, che è una delle quattro grandi invenzioni della Cina.

Dopo migliaia di anni di sviluppo, i magneti sono diventati materiali potenti nella nostra vita quotidiana di oggi. Sintetizzando leghe di materiali diversi, è possibile ottenere lo stesso effetto della magnetite e migliorare anche la forza magnetica.

I magneti artificiali sono apparsi nel XVIII secolo, ma il processo di creazione di materiali magnetici più forti è stato molto lento fino alla produzione di alluminio nichel cobalto (Alnico) negli anni '20. Successivamente, negli anni '50 sono state prodotte ferriti e negli anni '70 sono stati prodotti magneti di terre rare [inclusi neodimio ferro boro (NdFeB) e samario cobalto (SmCo)]. A questo punto, la tecnologia magnetica si è sviluppata rapidamente e anche i forti materiali magnetici hanno reso i componenti più miniaturizzati.

La Terra stessa ha un forte campo magnetico, quindi gli umani hanno un adattamento o addirittura una dipendenza dal magnetismo. Un campo magnetico debole e stabile è benefico per il corpo e la terapia magnetica è spesso utilizzata nelle cure mediche. Le onde elettromagnetiche, invece, sono onde ad alta energia la cui frequenza può avere effetti negativi sul corpo. Quindi i magneti non sono dannosi per il corpo umano

I braccialetti magnetici non sono né dannosi né benefici per il corpo umano. Le apparecchiature mediche contengono immagini a risonanza magnetica (MRI) e campi magnetici elevati di oltre 3T non sono dannosi per il corpo umano. È ampiamente riconosciuto che tra tutte le apparecchiature mediche nel reparto di radiologia, la risonanza magnetica nucleare è la più sicura. Vale a dire, le persone non hanno paura dei campi magnetici, ma ancora di più delle radiazioni. Gli alti campi magnetici hanno alcuni effetti negativi sul corpo umano, ma il contenuto di magneti nei braccialetti magnetici è limitato, rendendo impossibile avere qualsiasi impatto sul corpo umano. Alcune persone affermano che i magneti forniscono una forza magnetica che altera i tessuti fisiologici e credono addirittura che ogni cellula abbia poli positivi e negativi. Altri affermano che i magneti possono migliorare la circolazione sanguigna. In effetti, non ci sono prove che dimostrino l'esistenza di alcuna interazione tra istiociti umani o sangue e campo magnetico. Gli ioni di ferro nei globuli rossi non sono ferromagnetici, o addirittura diamagnetici, e non saranno attratti dal campo magnetico. Come tutti sappiamo, l'impacco caldo può favorire la circolazione sanguigna e il risultato è che la pelle diventerà rossa. Se il magnete può davvero favorire il flusso di sangue, perché non c'è rossore nella pelle direttamente a contatto con il magnete?

L'effetto della terapia magnetica è solo la cosiddetta capacità di suggestione psicologica e non ha un effetto medico molto diretto ed evidente. Il braccialetto magnetico stimola continuamente il sistema di microcircolazione del polso attraverso deboli linee di forza magnetica, che ha un effetto molto debole sulla promozione della circolazione sanguigna, sul miglioramento del campo magnetico fisiologico del corpo umano e sull'eliminazione dell'affaticamento. Ha alcuni benefici per il sonno, ma non è significativo. Indossare un braccialetto magnetico per lungo tempo non causerà alcun danno al corpo umano.

Ma se la forza del campo magnetico di un magnete è molto forte. In generale, i magneti con un'intensità del campo magnetico superiore a 3000 sono dannosi per il corpo umano. Il danno al corpo umano al di sotto di questo standard è trascurabile.

La penetrazione dei campi magnetici può danneggiare il sistema nervoso centrale, il sistema cardiovascolare, ecc., e avere impatti importanti sulla crescita biologica, sulle attività della vita e sulle abitudini comportamentali.